portogallo

Il Portogallo è la meta dei pensionati italiani

Adesso mollo tutto e me ne vado!”. É una frase che si sente dire spesso e sempre più pensionati italiani stanno mettendo in pratica questo progetto.

Una meta molto gettonata è il Portogallo, che offre numerosi sgravi fiscali ai pensionati italiani che possono godere al meglio della loro pensione.

Tutto merito della politica del “Nao residente Habitual“, vale a dire residente non abituale.

Questo status riconosce un regime fiscale, approvato nel 2009 dal Parlamento portoghese, che offre numerosi vantaggi fiscali alle persone che si trasferiscono nel paese lusitano per un periodo di 10 anni.

Pensionati in Portogallo

Molti quindi i trasferimenti di pensionati in Portogallo, soprattutto italiani.

Le persone che intendono usufruire di questa politica non devono essere state tassate come residenti fiscali in Portogallo nei 5 anni precedenti la domanda.

Inoltre devono vivere in Portogallo per almeno 183 giorni all’anno ed essere registrati come residenti fiscali in Portogallo.

Per presentare questa domanda è necessario inoltrare la richiesta all’Agenzia delle Entrate portoghese, che dopo 6 mesi rilascerà in seguito alle opportune verifiche lo status di “residente non abituale“.

I pensionati che conseguono questa qualifica possono godere di un trattamento fiscale agevolato per 10 anni grazie alla convenzione stipulata tra Italia e Portogallo contro le doppie imposizioni fiscali.

La residenza fiscale in Portogallo comporta la detassazione della pensione in Italia.

Per questo motivo vivere in Portogallo da pensionati italiani è un gran bel vantaggio.

Queste favorevoli condizioni spingono molti pensionati italiani in Portogallo, ma anche europei, a svernare nella Penisola Iberica in vista del periodo pensionistico.

Trasferirsi in Portogallo

Trasferirsi in Portogallo offre notevoli vantaggi di natura economica, anche perché il prezzo medio della vita è molto più sostenibile rispetto all’Italia.

trasferirsi in portogallo

Bisogna poi considerare i vantaggi logistici, poiché è possibile raggiungere il Portogallo dall’Italia con voli aerei di poche ore tenendo presente che i biglietti aerei hanno dei costi accessibili.

Il Portogallo è una penisola come l’Italia quindi offre ottimo cibo di mare e di terra, con condizioni climatiche piuttosto miti.

I servizi e le infrastrutture in generale sono molto efficienti e garantiscono un buon tenore di vita anche alle persone più in là con gli anni.

Il servizio sanitario portoghese ad esempio è eccellente, tant’è che si colloca al 19° posto nella classifica stilata dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

Soprattutto nelle metropoli come Lisbona e Porto ci sono ospedali moderni ed ottime strutture sanitarie.

Il servizio pubblico di assistenza sanitaria è rivolto a tutti i cittadini residenti, ma ci sono anche strutture private che hanno costi variabili in base alle cure mediche richieste.

Tutti i cittadini dell’Unione Europea hanno accesso al TEAM (Tessera Europea di Assicurazione Malattia), che riconosce il diritto all’assistenza sanitaria sia a chi è residente sia a chi non lo è.

Negli ospedali portoghesi sono presenti ottimi medici provenienti da ogni parte del mondo, compresi gli italiani, quindi c’è la possibilità di parlare anche con medici italiani.

Ottimo anche il servizio delle farmacie, molte delle quali garantiscono un orario notturno.

Le farmacie sono aperte dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00.

Presso ogni farmacia è inoltre presente un elenco delle farmacie che svolgono servizio notturno.

Lingua Portoghese: soluzioni per chi parla solo italiano

Un trasferimento in un altro paese, come il Portogallo, potrebbe portare, a chi parlasse solamente italiano, qualche problema iniziale con la lingua portoghese.

lingua portoghese

Problemi intesi più che altro come burocratici per avviare le prime pratiche necessarie come documenti, conto corrente ecc.

Il tutto però è semplicemente risolvibile con un classico dizionario cartaceo o meglio ancora direttamente online grazie ad un traduttore italiano portoghese.

Utile soprattutto per tradurre i documenti con valore legale necessari al trasferimento.

Un altro aspetto importante da non sottovalutare è quello dell’apertura di un conto corrente bancario.

Sarà molto importante la lingua portoghese e quindi saper leggere e tradurre documenti che si andranno a firmare.

Anche in questo caso e dovendo provvedere in tempi più o meno brevi, collegarsi online ad un’agenzia di traduzione sarà importante e necessario per tradurre i documenti in vista dell’apertura di un conto bancario.

Diversi sono gli istituti di credito in Portogallo.

L’Atlantico, il Banco BPI, il Banco Espirito Santo, Banif, la Barclays e la Caixa Geral de Depositos sono alcuni degli istituti bancari più affidabili in Portogallo.

Molte banche in Portogallo offrono il servizio di home banking, quindi è opportuno accertarsi se sia attivo il servizio in italiano.

Le persone che non parlano il portoghese possono comunque chiedere se è possibile ottenere i documenti in italiano o in inglese.

Al momento della scelta della banca bisogna inoltre considerare la grandezza della rete, tenendo presente che la banca addebiterà una commissione per l’utilizzo dei bancomat che non fanno parte della propria rete.

Summary
Il Portogallo è la meta dei pensionati italiani
Article Name
Il Portogallo è la meta dei pensionati italiani
Description
Il Portogallo: molti pensionati italiani scelgono di trasferirsi nella penisola iberica per godersi la pensione e anche per via degli ottimi sgravi fiscali.
Author
Publisher Name
Batis.it
Publisher Logo