cose principali da vedere a roma

Cose principali da vedere a Roma

Roma è la città eterna, è una delle principali mete turistiche sia degli italiani sia degli stranieri e, come tutti sappiamo, ha un grande patrimonio artistico e storico.

Sono tante le cose da vedere a Roma ed è per questo che è meglio prendersi qualche giorno per visitarla tutta.

Ma ecco cosa si può fare nel corso di un qualunque tipo di permanenza, cosa fare a Roma e a quali attrazioni dare la priorità.

Monumenti Roma

Sono davvero molteplici i monumenti che si possono visitare quando si va in vacanza a Roma.

monumenti roma

Certamente imperdibile il classico giro in centro che ci permetterà di conoscere alcuni dei più importanti monumenti tutti a distanza ravvicinata.

Necessaria infatti la visita a Piazza San Pietro, dove potremo ammirare la chiesa dall’esterno oppure entrare per conoscere meglio la basilica – anche se ogni giorno troveremo da fare una lunga fila e dei controlli per motivi di sicurezza -.

piazza san pietro

Piazza San Pietro

Il Colosseo, l’arena dei gladiatori romani, non è molto distante dalla zona di San Pietro e si può visitare anche con il prezioso aiuto di una guida turistica.

colosseo

Colosseo

Il Foro Romano, il Pantheon e la Fontana di Trevi, all’interno della quale fare il famoso lancio della monetina, sono tutte tappe imperdibili per chi si appresta a visitare Roma.

OffertaBestseller No. 1
Roma. Monumenti, miti, storie della città eterna
5 Recensioni
OffertaBestseller No. 2
OffertaBestseller No. 3

Cosa vedere a Roma

Scopriamo cosa vedere a Roma in quanto non troveremo solo monumenti, ma anche parchi molto importanti come Villa Borghese o Villa Pamphili.

cosa vedere a roma

Entrambe ci possono far vivere delle esperienze immerse nel verde ma anche cose più interessanti e storiche, come una visita al museo di arte moderna, situato proprio davanti alla celebre Villa Borghese.

villa borghese

Villa Borghese

Le attrazioni più importanti sono conosciute da tutti e possono essere visitare anche in poco tempo dato che si trovano tutte nella zona centrale.

Ma se si ha il tempo è importante anche allargare il cerchio per conoscere Roma in tutte le sue sfaccettature, visitando luoghi anche più ‘naturali’ e meno storici, adatti per chi ama il verde o per chi viaggia con i più piccoli.

OffertaBestseller No. 2
Bestseller No. 3

Cosa vedere a Roma in un giorno

Come abbiamo detto, se non si ha abbastanza tempo per godere di ogni aspetto della Capitale d’Italia è possibile fare un breve tour per visitare le tappe più importanti.

Il consiglio maggiore è di partire dal mattino e cominciare il giro dal cuore pulsante del centro storico, quindi Piazza di Spagna.

piazza di spagna

Pizza di Spagna

È una delle principali attrattive per via della sua celebre scalinata e conduce in modo piuttosto veloce verso la Fontana di Trevi, dove potremo lanciare, girati di spalle, la monetina portafortuna che secondo la tradizione sarebbe in grado di realizzare il desiderio di chi la tira.

fontana di trevi

Fontana di Trevi

Dalla Fontana di Trevi non è poi troppo difficile raggiungere Piazza Venezia, dove poi ha sede l’Altare della Patria.

Allontanandoci leggermente potremo poi vedere il Colosseo, il Pantheon e i Fori Imperiali; nei pressi di questi importanti monumenti romani possiamo trovare anche Piazza Navona.

piazza navona

Piazza Navona

Se ci avanza tempo, infine, non troppo lontano hanno sede i Musei Vaticani, ai quali però sarà necessario dedicare un bel po’ di tempo.

Seguendo questo veloce itinerario si ha la possibilità di conoscere gli aspetti tra i più importanti di Roma.

OffertaBestseller No. 1
Roma. Con cartina
16 Recensioni
OffertaBestseller No. 2
Roma. Con cartina
26 Recensioni
Bestseller No. 3
Roma. Con cartina
73 Recensioni

Cosa vedere a Roma in due giorni

La vacanza di un fine settimana a Roma è un grande classico e offre maggiori possibilità rispetto alla rapida vita di 24 ore.

Dedichiamo il primo giorno – oppure il secondo in base alle nostre preferenze – ai monumenti più importanti, quelli nei quali la città si identifica, e partendo da Piazza di Spagna visitiamo le aree più conosciute.

pantheon

Pantheon

La Fontana di Trevi, il Colosseo, l’Altare della Patria, il Pantheon sono tutti a distanza abbastanza ravvicinata ed in un giorno si possono visitare, godendo anche dei ristoranti centrali che sebbene abbastanza costosi, sono ideati su misura per i turisti e consentono di assaggiare molte prelibatezze tipiche.

altare della patria

Altare della Patria

Il secondo giorno potremo dedicarci alla visita della Cappella Sistina, che non richiede molto tempo; il consiglio è poi di dirigersi verso una delle aree più amate dai turisti, quella di Villa Borghese.

Visitiamo il lago, i bar e la nota galleria d’arte: inoltre i bar di Villa Borghese fungono anche da ristorante e potremo sostare lì.

Nei pressi della Villa inoltre si trovano le Catacombe di Priscilla e, allontanandoci ulteriormente, le Terme di Caracalla: un secondo giorno forse meno storico e meno caotico ma che ci aiuterà a vedere più a fondo e conoscere meglio Roma.

OffertaBestseller No. 1
Roma. Con cartina
16 Recensioni
OffertaBestseller No. 2
Roma. Con cartina
26 Recensioni
Bestseller No. 3
Roma. Con cartina
73 Recensioni

Cosa vedere a Roma in 3 giorni

Ancora una volta, dedichiamo uno dei tre giorni a Roma alla visita dei più importanti monumenti, che potremo vedere tutti in poco tempo, a piedi, allontanandoci dalla zona più centrale di Piazza di Spagna.

Per visitare monumenti di spicco come il Colosseo, la Fontana di Trevi e i Fori Imperiali, probabilmente dovremo impiegare una giornata intera soprattutto se – come è meglio fare se si vuole conoscere il lato più storico – ci faremo accompagnare da una guida turistica.

fori imperiali

Fori Imperiali

Il secondo giorno potremmo dedicarlo, in base alle nostre preferenze, o alle piazze (Campo De’ Fiori, Piazza Venezia, Piazza Navona) oppure ai parchi della Capitale, come Villa Borghese che potremo visitare rapidamente salendo a bordo del trenino progettato per i turisti che racconta la storia e consente anche di sostare nei luoghi più interessanti dal punto di vista naturale.

Il terzo giorno sarebbe bene dedicarlo alla ‘Roma papale’, quella più vicina alla Città del Vaticano.

città del vaticano

Città del Vaticano

Possiamo visitare i Musei Vaticani, San Pietro (sia la piazza che la basilica) e la Cappella Sistina, senza allontanarci molto.

Raggiungendo e superando Borgo Santo Spirito, anch’esso molto caratteristico, potremo avviarci verso la visita di Castel Sant’Angelo.

OffertaBestseller No. 1
Roma. Con cartina
16 Recensioni
OffertaBestseller No. 2
Roma. Con cartina
26 Recensioni
Bestseller No. 3
Roma. Con cartina
73 Recensioni

Cosa vedere a Roma in 4 giorni

Se abbiamo più tempo per visitare la città eterna, potremo dedicare il primo giorno alla visita di piazze e fontane.

Come sempre si parte da Piazza di Spagna per poi raggiungere Piazza Navona, Piazza Venezia, tutti i dintorni del centro e poi la celebre ed imperdibile Fontana di Trevi.

Tra lanci della monetina e scalinate certamente il primo giorno volerà; sempre partendo dalle aree più centrali potremo dedicare il nostro secondo giorno alle tappe più note e storiche, quindi Colosseo, Pantheon, Altare della Patria e i Fori.

Ricordiamo sempre che nelle aree vicine si possono trovare negozi e ristoranti appositamente sorti per i turisti che quindi potremo utilizzare per sostare.

roma ristoranti

Scegliamo un terzo giorno più naturale facendo il giro delle Ville, non solamente le più famose.

Iniziamo da Villa Pamphili, principalmente immersa nel verde che in certi momenti sembra essere un bosco, passiamo poi per l’immensa Villa Ada e chiudiamo con la storica Villa Borghese, che potremo visitare a bordo del trenino o del caratteristico pedalò.

All’interno di Villa Borghese possiamo trovare sia un ristorante sia l’hotel: quindi potremmo fermarci lì in attesa dell’ultimo giorno.

terme di caracalla

Terme di Caracalla

Nel corso del quarto giorno visitiamo le Terme di Caracalla e le Catacombe di Priscilla, non troppo distanti da Villa Borghese, e allontaniamoci verso Trastevere, incantevole per ogni turista.

trastevere

Trastevere

Se vogliamo allontanarci ulteriormente possiamo dedicare l’ultima parte della giornata ai Musei Vaticani e alla basilica, per poi chiudere la nostra vacanza.

OffertaBestseller No. 1
Roma. Con cartina
16 Recensioni
OffertaBestseller No. 2
Roma. Con cartina
26 Recensioni
Bestseller No. 3
Roma. Con cartina
73 Recensioni

Cosa vedere a Roma in 5 giorni

Sicuramente in 5 giorni avremo maggiori possibilità di visitare le zone più importanti di Roma.

Possiamo partire in questo caso dalla cosiddetta ‘Roma papale’ avendo poi in seguito l’opportunità di visitare le altre aree; cominciamo con i Musei Vaticani, con Piazza San Pietro e con la basilica.

Se abbiamo la possibilità possiamo anche allargarci nello stesso giorno e visitare altre basiliche vicine, come quella di San Paolo.

basilica-san-paolo

Basilica San Paolo

Fondamentale visitare le attrattive storiche di Roma durante il secondo giorno.

Visitiamo il Colosseo, il Pantheon, l’Altare della Patria e tutte le zone più centrali.

Uniamo anche la visita alla Fontana di Trevi, a Piazza Venezia e Piazza di Spagna se avanza ancora un po’ di tempo.

Possiamo invece dedicare il terzo giorno alle Ville della città: Villa Pamphili, Villa Ada, Villa Borghese e anche dintorni, se abbiamo la possibilità, come le Terme di Caracalla.

A Villa Borghese potremo inoltre dilettarci con i pedalò oppure con le macchinine a disposizione.

Il quarto giorno possiamo andare, se lo desideriamo, ai Castelli Romani (in particolar modo d’inverno, quando c’è la neve), ma se vogliamo possiamo restare a Roma e visitare il colle Aventino, dove potremo visitare tantissime chiese antiche di Roma.

La Basilica di Santa Sabina o Santa Maria del Priorato, senza tralasciare il Giardino degli Aranci, sono tappe importanti per chi visita il colle Aventino.

Sicuramente l’ultimo giorno è da dedicare alla visita ad Ostia Antica.

ostia-antica

Ostia Antica

Al contrario di quanto si possa credere, Ostia è Roma e si può visitare non soltanto il mare ma anche tutte le altre attrazioni, nonché i ristoranti e la movida notturna.

OffertaBestseller No. 1
Roma. Con cartina
16 Recensioni
OffertaBestseller No. 2
Roma. Con cartina
26 Recensioni
Bestseller No. 3
Roma. Con cartina
73 Recensioni

Cosa fare a Roma

Cosa fare Roma? Nella Capitale non ci sono solo dei monumenti da visitare ma anche molte altre attrazioni o simili, da visitare per divertirsi, per svagarsi o in compagnia dei bambini.

cosa fare a roma

Sono fondamentali da conoscere in particolar modo se la nostra permanenza durerà più di qualche giorno.

OffertaBestseller No. 1
101 cose da fare a Roma di notte almeno una volta nella vita
1 Recensioni
OffertaBestseller No. 2
OffertaBestseller No. 3

Cosa fare a Roma con i bambini

Accanto a Villa Borghese – anch’essa particolarmente accessibile e adatta per i bambini, vista la presenza, oltretutto, di un parco giochi – sorge il Bioparco, uno degli zoo più grandi d’Italia (si estende per ben 4 km).

Inoltre c’è anche lo spazio del rettilario, dedicato agli anfibi e ovviamente anche ai rettili.

cosa fare a roma con i bambini

Possiamo inoltre visitare Villa Torlonia dove sorge una ludoteca interamente dedicata ai più giovani.

A Roma inoltre si trovano 8 sedi della “Città del sole“, un negozio di giocattoli enorme e meraviglioso in cui far divertire i nostri piccoli e magari fare anche qualche acquisto.

Cosa fare a Roma quando piove

Siamo andati in vacanza a Roma e ci siamo trovati proprio in quel periodo sotto il diluvio? Ci sono molti modi per godersi la vacanza lo stesso.

cosa fare a roma quando piove

Il consiglio principale è di visitare le gallerie d’arte come quella presente all’interno di Villa Borghese, oppure andare a vedere i Musei Vaticani.

Un’idea ottima è quella di andare a visitare il Pantheon, per confermare o smentire la leggenda, secondo la quale per merito di correnti ascensionali l’acqua non potrà mai entrare dall’apertura circolare di 9 metri.

Vicino al Pantheon si trova inoltre il caratteristico caffè “Tazza D’Oro“, ottimo anche per chi vuole sostare.

Cosa fare a Roma di sera

Il Gianicolo al tramonto e quindi di sera è sicuramente imperdibile, per via dei suoi numerosi monumenti e del panorama.

Se visiteremo Villa Borghese, potremo recarci al Pincio di sera, dove potremo osservare la sera scendere su Roma (la vista è davvero immensa).

cosa fare a roma di sera

In cima a Monte Mario potremo fare una romantica e strepitosa passeggiata per poi raggiungere Lo Zodiaco, un altro belvedere, nei pressi del Planetario e del Museo Astronomico, altre ottime tappe serali.

Cosa fare a Roma nel weekend

Sicuramente si può approfittare a Roma nel weekend per andare a visitare le numerose sagre o eventi, o anche per assistere a qualche concerto. Sono numerosi e naturalmente sono differenti ogni settimana.

cosa fare a roma nel weekend

Inoltre si può approfittare del fine settimana per visitare Castel Gandolfo, i borghi dei Castelli Romani oppure Ostia Antica: questi consigli ovviamente valgono nel caso in cui avessimo già visto i monumenti e le tappe più importanti.

Inoltre anche nel Lazio, nei pressi di Roma, possiamo trovare mete invidiabili come il Lago di Bracciano.

Summary
Cose principali da vedere a Roma
Article Name
Cose principali da vedere a Roma
Description
Le cose principali da vedere a Roma per visitare la Capitale d'Italia in base alla durata del nostro viaggio. Cosa fare a Roma e quali monumenti guardare.
Author
Publisher Name
Batis.it
Publisher Logo