utenti ip tracking
cosa-fare-e-vedere-a-favignana

13 Cose da fare e vedere a Favignana

13 Cose da fare e vedere a Favignana quando si è in vacanza, la bellissima isola siciliana dell’arcipelago delle Egadi.

 

Una vacanza a Favignana è sinonimo di divertimento e di avventure da lasciare senza fiato. Chiunque decida di andare alla scoperta dell’isola deve fare scorta di entusiasmo e sorrisi, perché non saranno mai abbastanza.

Tra le spiagge paradisiache, i  monumenti da osservare e le attività da intraprendere, ce n’è davvero di ogni gusto.

Insieme scopriamo quali sono le cose da fare e da vedere a Favignana durante una vacanza, indipendentemente dalla durata della stessa.

 

Colazione con  caffè al pistacchio

La giornata a Favignana non può non aprirsi con una succulenta colazione. Ci sono alcuni bar, in prossimità del molo dell’isola che preparano un particolarissimo caffè al pistacchio da gustare seduti a tavolino davanti al panorama marino. Da questo punto potrai poi facilmente raggiungere le piazze principali dell’isola.

 

Palazzo Florio

Essendo di strada ti consigliamo di fermarti a visitare Palazzo Florio, di proprietà della omonima famiglia, dove durante il periodo della mattanza si rifugiavano personaggi di spicco e di rilievo del tempo.

Il progetto dell’edificio fu a cura dell’architetto Damiani Almeyda (all’epoca molto famoso perché avev curato anche il progetto del Teatro Politeama di Palermo): è possibile da subito notare la sua peculiarità, grazie agli esterni dallo stile prettamente gotico che va a creare un gioco di contrasto con lo stile liberty tipico degli arredi dell’interno; va assolutamente visitato quantomeno per chi vuole sapere qualcosa di più circa le radici di questa isola paradisiaca.

 

L’antica Tonnara

cosa-fare-e-vedere-a-favignana-antica-tonnara

La ciliegina sulla torta di Favignana è rappresentata dall’antica Tonnara (ex stabilimento Florio). Si tratta di una struttura antica caratterizzata da archi giganteschi e soffitti molto alti. Al suo interno è ospitato un museo che raccoglie dei reperti trovati nelle isole Egadi.

Ogni reperto ha la sua descrizione su dei pannelli illustrativi in cui si sintetizza la storia industriale di questo luogo e come si svolgeva l’attività della tonnara. Qualche turista fortunato potrebbe imbattersi anche nei “tonnaroti”che possono raccontare le storie più assurde circa l’antica mattanza.

 

Punta San Nicola

Nella zona Est dell’isola si trova Punta San Nicola in cui è possibile fermarsi ad osservare la zona archeologica dove si trovano i resti di una necropoli appartenenti all’epoca greca. Poco distante troviamo una piccola spiaggia che ti consigliamo di visitare in particolare per la Grotta del Pozzo che contiene antiche iscrizioni puniche.

 

Cala Rossa

Non è possibile dire “sono stato a Favignana” senza aver visitato una delle più belle cale dell’isola ovvero Cala Rossa. Qui si trova non solo il mare cristallino che permette di osservare ad occhio nudo i fondali, ma anche l’atmosfera perfetta per fare una nuotata.

 

Le piazze

L’isola di Favignana si concentra in particolar modo in tre piazze: la prima è l’ex Camparia ovvero piazza Marina, la seconda è piazza Europa e la terza è piazza Madrice.

Tutte e tre sono collegate tra loro da un’unica via principale, che la sera si popola degli abitanti e non solo. Piazza Camparia, ora Marina, ospita sia il palazzo dei Parodi che la chiesetta S. Antonio; Piazza Europa, invece ospita l’edificio del comune e la statua di Ignazio Florio, ex proprietario e benefattore di Favignana; nella terza piazza, Matrice, troviamo la parrocchia più importante dell’isola.

 

Pranzo a base di tonno

Cosa fare quando sotto mezzogiorno avrai sviluppato un certo languorino? Da queste parti ci sono tantissimi ristoranti che sarebbe impossibile elencarli.

Piuttosto ti suggeriamo di mangiare a base di tonno ovunque tu vada: da semplici panini o tramezzini, passando per primi piatti e secondi piatti, il tuo pranzo o la tua cena non potranno non avere il tonno come protagonista.

I locali sul molo sono quelli maggiormente consigliati; potrai conciliare il gusto del pesce fresco ad un banchetto prettamente panoramico, ossia con vista sul mare.

 

Castello di Santa Caterina

cosa-fare-e-vedere-a-favignana-castello-di-santa-caterina

Se hai trascorso l’intera mattina in spiaggia, il pomeriggio ti consigliamo di dedicarlo alle visite costruttive. C’è sempre da vedere infatti il Castello di Santa Caterina, ubicato nel punto più alto di Favignana. Posto infatti sopra i 300 metri rispetto al livello del mare, il castello è il punto perfetto in cui ammirare come il sole si sposa con il mare durante il tramonto.

Un po’ di storia sul castello? Ebbene devi sapere che viene eretto con funzione di torre d’avvistamento nel IX secolo d.C., successivamente nel 1655 la sua dimensione cresce fino ad assumere la forma che ha oggi.

 

Escursioni

Non puoi dire di esserti divertito  se non ti regali un’escursione a Favignana partendo da Trapani.

Sono molte le attività che ti puoi concedere, partono traghetti ed aliscafi da Trapani ad ogni ora, per andare così alla scoperta dell’isola con escursioni guidate da chi di Favignana sa molto più di te.

 

Mare e spiagge

Favignana è sinonimo di tuffi, spiagge e mare. Il mare e la costa hanno un aspetto unico, da togliere il fiato: sono tantissime le spiagge dove fermarsi lungo i 33 km di costa.

Puoi optare per posti meno affollati e più intimi, o per luoghi super organizzati ma pieni di gente, tutto dipende da come piace a te vivere a pieno lo spirito della vacanza. Su molte spiagge troverai anche piccole grotte da scoprire e magari da esplorare con una nuotata subacquea.

 

Giro in barca

Favignana viene considerata forse tra le isole più belle d’Italia. Un tale epiteto non può che essere celebrato a pieno attraverso un giro in barca. Puoi noleggiare sia una piccola barca privata al molo e fare il giro dell’isola da solo, sia aggregarti ai gruppi di turisti che partono insieme dal porto grazie a giri in barca organizzati ad hoc da agenzie e guide.

In alternativa puoi sempre prendere una piccola imbarcazione, per nulla ingombrante come i gommoni, (che si guidano anche senza patente) per rendersi completamente indipendenti.

 

Snorkeling

Una delle migliori attività da fare in una località di mare (e di sicuro Favignana non fa eccezione) è lo snorkeling. Su questa isola siciliana ci sono oltre 50 siti di immersione in cui poter fare snorkeling.

Dalle cale alle grotte, dalle pareti alle secche, dal canyon ai siti archeologici, passando per i relitti, ne avrai davvero di ogni salsa. Certo non nascondiamo che il punto più famoso in cui fare attività è la Galeotta, dove è possibile ammirare numerosi branchi di saraghi e salpe, polpi e murene. Altra location ideale anche per i principianti è la grotta di Cala Rotonda.

 

I giardini ipogei

In ultimo ti consigliamo di andare a visitare i giardini ipogei, un’altra tipicità dell’isola di Favignana. L’uomo ha scavato per secoli per recuperare dalla natura la pietra (sotto forma di blocchi di calcarenite, volgarmente detti tufi), per poi abbandonare le cave “vuote” al loro destino. Ebbene in queste cave la natura ha rifatto il suo corso, creando piccoli boschi, macchie mediterranee, alberi da frutto, e così via. In vero, in alcune di queste cave è tornato l’uomo, stavolta realizzando piccoli orti e grandi giardini.

Tra i giardini ipogei più noti di Favignana troviamo Villa Margherita realizzata dal genio e dalla volontà di Maria Gabriella Campo, che in molte occasioni ha definito Favignana come un’isola “piuttosto brulla, con scarsa vegetazione mediterranea”.

Cosa che la spinse trent’anni fa a iniziare a piantumare circa trentamila metri quadrati “in una zona desertica, con attorno delle cave di tufo dismesse, battuta dai venti“.