utenti ip tracking
come-scegliere-la-piscina-interrata

Piscina interrata: guida alla scelta

Piscina interrata, guida alla scelta: consigli utili per acquistare la piscina interrata adatta alle tue esigenze ed al tuo portafoglio.

 

La piscina interrata è rispetto al modello fuori terra è più difficile da gestire ed anche da realizzare, perché richiede attenzione su molteplici aspetti. Aspetti che, proprio per renderti la decisione più semplice e chiara, abbiamo deciso di elencarti qui di seguito.

Prosegui la lettura per una delucidazione a riguardo.

 

Il budget a disposizione

Prima di informarti su permessi, design, spazio e quant’altro, ti consigliamo di stabilire a monte un budget, un tetto massimo da destinare alla realizzazione della piscina interrata.

Rispetto ad altre tipologie di vasca in commercio, questa ha un costo maggiore, perché tante sono le spese di contorno da dover affrontare, oltre a quella inerente alla realizzazione.

In media la piscina interrata costa dai 10 mila euro a salire, tutto dipende dal progetto, dai materiali impiegati, dalle dimensioni e dalle tue singole specifiche richieste.

 

I tempi di costruzione

Stabilito il budget che vuoi utilizzare per la realizzazione della tua piscina, devi passare a valutare i tempi che ci vorranno per ultimare i lavori. Essi sono variabili, a seconda della ditta a cui ti affidi, a seconda di quando il comune di appartenenza rilascia i permessi e a seconda del terreno. In media ci possono volere dai 5-6 mesi ad anche più di un anno.

Andando più nel dettaglio, è opportuno capire quanto tempo è necessario affinchè la ditta da te scelta ultimi i lavori. Ebbene, a prescindere l’esperienza degli installatori e la loro bravura, devi anche tener conto che le tempistiche possono variare a seconda del tipo di piscina interrata.

Ad esempio se hai scelto quella in cemento ci vuole qualche mese in più, perché si tratta di un materiale che ha bisogno dei suoi tempi prima di asciugarsi. Se invece hai scelto la piscina interrata in vetroresina, ti verrà consegnata una struttura già pronta che andrà solo incastrata all’interno dello scavo e collegata all’impianto.

 

I permessi al comune

Come anticipato, per avviare i lavori di realizzazione della piscina, devi fare richiesta di autorizzazione al comune di appartenenza. L’iter burocratico in sé e per sé non è complicato, si presenta una domanda all’ufficio competente, dopodiché bisogna attendere che il comune faccia tutti i rilievi del caso per capire se la tua situazione sia ideale per ottenere il permesso di costruire.

A tal proposito, per ogni maggiore informazione, è sempre meglio chiedere ciò che vuoi sapere all’ufficio tecnico del tuo comune.

 

La preparazione del terreno

Dopo che il comune avrà rilasciato i permessi, non si procede con l’immediato realizzo, ma si effettua prima la preparazione del terreno. È una cosa questa che devi considerare, perché comporta la realizzazione di scavi nella tua proprietà.

Dovrai livellare il terreno destinato allo spazio per la piscina e quello dell’area circostante. Una volta fatto ciò, il progetto della piscina inizia a prendere forma.

 

L’installazione della piscina interrata

Per installare la tua piscina interrata devi rivolgerti ad una ditta specializzata che sia in grado di realizzare il progetto proprio come lo immagini tu. Prima di iniziare i lavori, è importante che ti venga fatta vedere una bozza su carta su come dovrebbe venire materialmente la tua piscina interrata.

 

Le dimensioni della piscina interrata

Altro fattore da considerare concerne le dimensioni della piscina interrata. Puoi decidere quanto essa sia grande in base al tuo cortile, in base all’uso che intendi fare della piscina, in base alla forma e al suo design. Tutti elementi di cui parleremo anche più avanti, e che vanno ad inficiare sulla grandezza della vasca e sullo spazio che la stessa occuperà nel tuo giardino.

 

Chi utilizzerà la piscina

Ti sei mai chiesto chi davvero userà la piscina? Si tratta di una domanda importante che devi porti perché in base alla risposta cambieranno le caratteristiche finali che la piscina deve avere.

Se la stai facendo per i tuoi bambini, allora costruiscila adatta alle loro necessità, mentre se è destinata a te, ai tuoi amici e ai party in giardino, puoi osare con dimensioni e profondità.

 

La forma della piscina interrata

come-scegliere-la-piscina-interrata-forma-curva

La forma della piscina interrata viene scelta secondo i propri gusti personali. Ci sono persone che scelgono una interrata dalla forma curva, e ancora ci sono quelli che prediligono forme squadrate (approfondisci su https://piscine.culligan.it).

Altri ancora preferiscono forme pulite e lineari. La forma tuttavia si sceglie in base alla forma del tuo giardino e alle caratteristiche che vorresti inserire nella tua vasca.

 

Il design

La scelta del design si correla a quella della forma. Dipende sempre da quello che piace a te: puoi optare per una piscina interrata con bordi spessi, puoi scegliere una piscina interrata rivestita di piastrelle, senza bordo, insomma puoi variare secondo il tuo gusto personale.

 

Il materiale della piscina interrata

Le piscine interrate possono essere realizzate con diversi materiali. Uno dei più gettonati è il cemento armato in quanto considerato non solo molto resistente ma anche ideale per quanto riguarda la personalizzazione.

Pur richiedendo dei costi di manutenzione maggiori rispetto ad esempio al vetroresina, rappresenta un investimento a lungo termine. In alternativa, puoi optare per la piscina interrata in vetroresina monoblocco, in acciaio (sia a lamiera che a pannelli), in casseri di polistirolo a perdere.

La scelta cambia a seconda di quanto vuoi spendere, a seconda delle esigenze e anche della ditta che si occupa del lavoro (ti darà indubbiamente consigli su cosa sia più confacente alla tua realtà).

 

L’uso che farai della piscina

Che uso farai della piscina? Serve a scopo ricreativo o a scopo sportivo?

Nel primo caso, quindi per giocare, rilassarsi, rinfrescarsi e fare esercizio, può andare bene una vasca non troppo larga né troppo profonda. Al contrario, se ti occorre per praticare sport e per allenarsi nuotando, la vasca deve essere lunga e dritta, con una profondità maggiore rispetto alle vasche utilizzate a scopo ricreativo.

 

La profondità

Non dimenticare la profondità della piscina interrata. Se intendi installare anche accessori come scivoli e trampolini, servono vasche profonde almeno due metri e mezzo (se il trampolino lo installi a più di un metro, allora serve una vasca profonda minimo tre metri).

Se intendi realizzare una vasca adatta ai bambini, opta per quei modelli che diventano più profondi man mano che si avanza (così la piscina sarà adatta anche quando i bimbi cresceranno).

 

La forma del giardino

Non dimenticare di dare la giusta importanza anche alla forma del giardino. Se ad esempio è stretto e lungo devi adattare la forma della piscina a quella del giardino e viceversa.

Certo, qualora il giardino sia molto ampio, puoi dare adito alla fantasia, e realizzare la piscina interrata dei tuoi sogni, magari destinando angoli del giardino anche ad altri accessori, ma di questo parleremo più avanti.

 

Lo spazio occupabile

come-scegliere-la-piscina-interrata-consigli

Ovviamente oltre alla forma del giardino, tieni conto anche dell’uso che fai dello stesso, in quanto sarebbe un peccato sprecare tutto lo spazio all’aperto solo per la piscina.Dedica angoli del tuo cortile al barbecue, al gazebo, all’altalena, alle aiuole. Insomma devi imparare a bilanciare lo spazio che hai a disposizione, senza privarti di nulla.

 

Gli accessori

Se devi avere la piscina interrata, allora non dimenticare di realizzare in modo tale da poterla abbellire con accessori extra. Non farti mancare il trampolino, la scaletta, lo scivolo per i bambini. E per finire pensa anche alla realizzazione di un impianto di illuminazione da esterno: migliorerà l’aspetto di giardino e darà alla piscina un aspetto più romantico alla tua piscina interrata.