Come organizzare un trasloco in maniera efficiente?

traslochi

Il periodo migliore per traslocare è di solito la fine dell’estate, ma se ti devi trasferire nei primi mesi dell’anno, niente paura. Che cosa c’è di meglio che iniziare il 2018 con un grande cambiamento?

Vivere in una nuova casa ti aiuterà anche a mantenere i tuoi buoni propositi, infatti è dimostrato che è più facile cambiare le abitudini quando viene stravolto il contesto che ci circonda, a partire dalla zona in cui si vive. Le ricerche dimostrano che questa “finestra di nuove opportunità” dura fino a tre mesi dopo aver cambiato casa, per cui è meglio approfittarne.

Come è possibile cambiare casa a gennaio senza farti fermare dalle difficoltà? Analizziamo le principali note negative e vediamo come superarle.

1. Le ditte di traslochi sono chiuse per le feste: potrai approfittare delle prime settimane dell’anno per iniziare ad organizzare e inscatolare, oltre a chiedere un preventivo alle aziende per capire quali possono essere i costi, generalmente è gratuito e senza impegno. Il prezzo dipende prevalentemente dalla distanza tra la nuova e la vecchia casa, dalla città (ad esempio i traslochi a Roma sono più cari di quelli a Napoli o Bari) e dalla quantità di scatole e di mobili che vuoi portare con te.

Durante l’inverno, inoltre, è possibile ottenere un buon prezzo perché le aziende non hanno molta richiesta, e, sempre per questo motivo, il servizio sarà più attento e veloce.

2. Il clima non è dei migliori: sicuramente il freddo non è da sottovalutare, ma mettendola in un’altra prospettiva, anche il caldo torrido estivo non aiuta, inoltre con l’aiuto dei professionisti i tempi di carico e scarico si accorceranno notevolmente.

3. Traslocare è stressante: in questo caso i tuoi principali alleati saranno una attenta pianificazione e la giusta ditta di traslochi. La regola vuole che si debba iniziare ad organizzarsi uno-due mesi prima della data effettiva prevista per il trasferimento. Avrai così tutto il tempo per procedere ad un decluttering efficace, eliminando tutto quello di cui non avete più bisogno, per evitare di trasportare nella nuova casa oggetti inutili e iniziare il nuovo anno liberandovi del superfluo.

4. Comunicare la notizia ai figli: in questo caso potrai approfittare del momento di felicità che segue il Natale e dargli qualcosa da aspettare con ansia per il nuovo anno. Durante le vacanze, si riducono anche le attività quotidiane e quindi sarà più facile concentrarmi sul trasloco. Fate passare i giorni di festa in maniera serena e successivamente cercate un momento di calma per comunicare la notizia ai più piccoli e coinvolgeteli il più possibile nei preparativi, come se fosse un gioco.

5. Come è possibile organizzarsi per un trasloco d’emergenza? Se con il nuovo anno avete ricevuto una nuova proposta di lavoro e avete poco tempo per cambiare città, in primo luogo negoziate con la vostra azienda in modo che coprano in parte i costi e vi indichino una ditta di fiducia. In ogni caso create una check list che comprenda tutti i passaggi necessari, dalla preparazione delle scatole al cambio di indirizzo nelle bollette.

Seguendo questi consigli, potrete iniziare l’anno nella nuova casa senza stress e ad un costo ridotto.

Summary
Come organizzare un trasloco in maniera efficiente?
Article Name
Come organizzare un trasloco in maniera efficiente?
Description
Il periodo migliore per traslocare è di solito la fine dell’estate, ma se ti devi trasferire nei primi mesi dell’anno, niente paura. Che cosa c’è di meglio che iniziare il 2018 con un grande cambiamento? Vivere in una nuova casa ti aiuterà anche a mantenere i tuoi buoni propositi.
Author
Publisher Name
Batis.it
Publisher Logo