Verniciatura a spruzzo, tutti vantaggi e gli svantaggi della tecnica

verniciatura

La verniciatura a spruzzo è una tecnica ampiamente utilizzata in carpenteria ed edilizia, anche se molti dei suoi aspetti vantaggiosi vengono spesso ignorati. Il metodo si presta all’utilizzo di vernici a temperatura ambiente e superiori. Nel secondo caso, si lavora per sfruttare la maggiore viscosità del prodotto verniciante, in modo tale che l’atomizzazione sia altrettanto semplice anche a basse pressioni.

Su una vernice classica non diluita, la viscosità è di circa 60sec a 20°, mentre diventa di 20sec a 80°. Perciò, oltre alla facilità di lavorazione, una vernice a temperatura superiore avrà necessità minore di essere diluita. Dalle esperienze di verniciature a spruzzo con airspray, le condizioni di verniciatura migliori si manifestano con l’impiego di vernici con viscosità a freddo corrispondente a 20-30sec, temperatura di vaporizzazione di 80° e pressione di polverizzazione massima di 2,5 bar.

Oltre ai vantaggi già elencati, la verniciatura a spruzzo a caldo consente un risparmio di vernice notevole, a fronte di prestazione superiori sia sotto il profilo qualitativo, sia sotto quello quantitativo. Il risparmio sull’overspray si aggira sul 20-25%. L’impiego della verniciatura a spruzzo a caldo è limitato alle vernici a base di solvente. Per i prodotti all’acqua, si deve tenere conto del punto di addensamento del prodotto, che si aggira sui 50°.

Nel caso di verniciatura a spruzzo con bicomponente, occorre invece fare attenzione alla catalisi dei due prodotti, che potrebbero ridursi in maniera drastica. Per questo motivo, è opportuno riscaldare le due vernici separatamente e caricarle all’interno della pistola, che deve essere necessariamente dotata di miscelatore integrato. A seguito della verniciatura, è consigliato un accurato lavaggio della pistola e del miscelatore. Per evitare l’alterazione del prodotto, è bene riscaldare la vernice una sola volta e utilizzarla in un’unica sessione.

Nelle pistole airless, la particolarità risiede nella circolazione continua del prodotto verniciante all’interno dei tubi ad alta pressione. Questa funzione consente di evitare le cadute di temperatura in lavorazione. Le pistole airless possono raggiungere una pressione massima che tocca i 500 bar: con verniciatura a caldo, questa pressione può essere ridotta fino al 50%.